Méregtelenítés garanciával Természetes méregtelenítés Nem génmanipulált Svájci minőség

I bambini e i parassiti

I bambini e i parassitiIl problema dei parassiti è cresciuto attualmente di circa 60 volte. Secondo alcuni dati di portata mondiale nel 70% delle persone vive almeno un parassita.

Nell'infanzia le malattie causate dai parassiti non sono più casi rari. I bambini possono entrare in contatto con i parassiti giocando nella sabbia o con gli animali domestici. Le infezioni da parassiti nell'infanzia sono più frequentemente causate da vermi intestinali (elminti), che rappresentano il problema di parassiti più diffuso. Per fortuna nel nostro ecosistema e nelle condizioni sociali in cui viviamo raramente si verificano infezioni da parassita gravi. La prevenzione di queste malattie consiste soprattutto nell’igiene delle mani, del corpo, degli alimenti e anche nella cura degli animali domestici. Dovremmo prestare molta attenzione alle norme igieniche nei parchi giochi, dove molti tipi di parassiti si diffondono attraverso gli escrementi degli animali. Negli adulti infetti, ma soprattutto nei bambini durante il sonno, si può notare il digrignare dei denti o un'intensa salivazione notturna. Se notate sintomi del genere anche nei vostri bambini leggete quanto segue con molta attenzione!

Parassiti più frequenti nei bambini

Nella comunità dei bambini i parassiti più diffusi, che sono vermi intestinali, sono suddivisi in due gruppi. Ci sono i cosiddetti vermi rotondi (verme rotondo-ascaride), causa di nematosi, e i vermi piatti (cestodi, vermi a nastro), causa di tenie.

Il più conosciuto dei vermi ascaridi è l'ossiuro (verme dalla coda puntuta, ossiuro- Entrobius vermicularis) e il il verme dell'ascaridiasi (Ascaris lumbricoides), le cui larve possono provocare la toxocara. Questa malattia è trasmessa soprattutto dall'ascaride dei cani (Toxocara canis) o dall'ascaride dei gatti (Toxocara cati), attraverso gli escrementi.

Nel caso dell’uomo, dato che non è l'ospite tipico di questi parassiti o vermi, dalle larve non si sviluppa il verme. Ma, al contrario del verme, questo parassita si stabilisce nel corpo più a lungo (negli occhi, nel fegato, nel cuore e nel cervello) e può danneggiare gli organi.

Fra i cestodi l'infezione da parassiti più tipica dell'infanzia è la Tenia saginata che può arrivare fino a 3-10 metri di lunghezza, o dal verme nastriforme nano dalle dimensioni di 7-8 millimetri (Hymenolepis nana). Il loro corpo è molto ampio e dalla forma a nastro. I cestodi eliminano segmenti di verme nelle feci umane che si possono notare anche ad occhio nudo. Con il distacco di questi segmenti, dal loro interno si liberano le uova.

Fonti di infezione da parassiti

Ossiuro: Fonte dell'infezione e unico organismo ospite è l'uomo. Quando le femmine sono gravide di uova non possono rimanere nell'apparato intestinale dell’uomo e si allontanano dal corpo attraverso le feci. Toccando la zona intorno all’ano le uova possono finire sotto le unghie, nelle dita e così di nuovo in bocca. Questo tipo di infezione da parassiti si può diffondere ulteriormente sulle lenzuola, sul pavimento, sugli oggetti circostati ed anche nel cibo. Anzi, talvolta le uova possono diffondersi anche nell'aria circostante. Gli altri membri della famiglia possono così respirare o ingoiare questo parassita, ecco perchè nel caso di questa infezione è importante il trattamento di tutta la famiglia.

Ascaridi: L'infezione da verme rotondo è il risultato di un'insufficiente igiene del cibo o dell'acqua. Anche usare concimi da melma provenienti da acque di scarico può contribuire a diffondere l’infezione, poichè le uova si attaccano alle verdure o nel terreno, dove questi parassiti sono capaci di vivere anche per 5 anni. Attraverso la verdura non lavata o l’acqua infetta entrano nell'organismo del bambino e poi nell'intestino. Diventano qui larve e dopo tre mesi una femmina sviluppata depositerà le uova.

Ascaridi lumbricoidi: I parchi giochi, luoghi prediletti da cani e gatti per espellere gli escrementi, sono la fonte più diffusa dell'infezione da parassiti ascaridi. Gli animali sono ospiti di vermi già sviluppati e le loro uova vengono deposte insieme agli escrementi. Se questi entrano in contatto con la bocca del bambino, attraverso il canale intestinale ed il sangue possono raggiungere altri organi interni, soprattutto il fegato, gli occhi, i polmoni, i linfonodi e la pelle. Il modo più semplice per evitare questo tipo di infezione da parassiti è portare i bambini solo in parchi giochi recintati, dove è proibito l’ingresso agli animali.

Tenia saginata: Fonte di questi parassiti è la carne di manzo non trattata ad una temperatura adeguata.

Verme nastriforme nano: Fonte di infezione sono le uova che si trovano nelle feci, fonti di trasmissione invece i topi e i ratti. Le uova a forma di pisello (cisticerci) sono già infette, penetrano nelle pareti intestinali e qui si sviluppano sessualmente. L'ospite di mezzo è quindi anche l'ospite finale. Soprattutto i bambini sono vittime di questo parassita a causa di scarse norme igieniche di base, soprattutto nelle classi sociali meno abbienti.

Sintomi di infezione da parassiti

Ossiuro

  • prurito nella zona dell'ano, soprattutto nelle ore serali
  • attaccandosi alle pareti dell'intestino tenue possono formarsi delle ulcere che in seguito possono anche essere infettate da batteri
  • le femmine possono passare nella vagina delle bambine (provocando delle perdite) o anche nell'utero (causando infiammazione dell'endometrio o delle ovaie)
  • altri sintomi sono mal di pancia, nausea, vomito, inappetenza, perdita di peso, urinare nel letto la sera (soprattutto le bambine)
  • i bambini sono agitati, non riescono a dormire- può svilupparsi una nevrosi

Ascaridi

Le uova non ancora fecondate non sono infette, ma non è così per le larve e gli individui sessualmente maturi. Le larve vaganti possono penetrare le pareti intestinali e attraverso la circolazione del sangue arrivare al fegato, al cuore, alla faringe, alla laringe e anche ai polmoni.

Oltre ai sintomi intestinali possono presentarsi anche disturbi delle vie respiratorie, infatti le larve entrano nel cosiddetto sistema enteropulmonale, cioè nella circolazione dell'apparato intestinale e degli organi respiratori.

Sintomi delle vie respiratorie

Giungendo ai polmoni le larve danneggiano i capillari dei polmoni e le vescicolette e formare dei centri di infiammazione simili a polmonite. Al quinto-sesto giorno dopo l'infezione del parassita si possono osservare febbre, brividi di freddo, tosse, sangue nella saliva, difficoltà respiratorie, senso di oppressione nella zona dei polmoni o dolore.

Sintomi intestinali

Gli individui adulti, in caso di grave infezione da parassita, provocano coliche ed altri problemi nello stomaco o nell'apparato intestinale. In caso di infezioni più gravi le larve possono penetrare nei condotti biliari, nell' isola di Langenhans o nel retto.

Sintomi tipici sono il mal di pancia, l'inappetenza, disturbi digestivi, vomito. Un'infezione da parassiti alla lunga può provocare un blocco intestinale che porta a dolori spasmodici e crampi intestinali accompagnati da vomito. Nei bambini si verifica più spesso che negli adulti poichè nel loro caso il canale intestinale è più stretto.

Ascaride lumbricoide

A seconda della zona infettata da questo parassita possiamo distingure tre tipi di infezione.

Toxocara degli occhi

L'infiammazione e i sintomi nelle diverse parti dell'occhio sono simili a tumori maligni dell'orbita (retinoblastoma).

Toxocara di organi interni

Può verificarsi un ingrossamento del fegato, se giunge al cervello persino dei sintomi simili a commozioni cerebrali. Possono verificarsi problemi al cuore o ai reni, rallentamenti nella crescita e dimagrimento eccessivo nei bambini.

Toxocara mista

Una combinazione dei sintomi dei due tipi sopra descritti.

Tenia saginata

Tra i sintomi dell'infezione da parassita tenia saginata troviamo l'inappetenza, il dimagrimento o la malnutrizione, mal di pancia e attacchi di fame.

Verme nastriforme nano

Questo tipo di infezione da parassiti talvolta provoca disturbi lievi dello stomaco e dell'apparato intestinale. Come gli altri vermi a nastro neppure questo ha l'apertura della bocca. Assorbe nutrimento da diverse parti della superficie del corpo. Ha un effetto irritante sulla mucosa dell'ospite a causa dei suoi acetaboli, simili a uncini, e dei suoi prodotti metabolici che provocano sintomi fastidiosi.

Se notate uno dei sintomi sopra menzionati nei bambini consultate il medico di famiglia o il pediatra, perchè sussiste il sospetto di infezione da parassita. La diagnosi viene fatta nella maggior parte dei casi con un esame delle feci o con un tampone anale. L’eventuale ripetizione dell'esame delle feci serve a confermare la presenza di parassiti/uova nelle feci.

Come prevenire l'infezione?

La prevenzione delle malattie da parassiti è molto importante. L'importanza sta nel seguire ferree norme igieniche personali, nel preparare adeguatamente gli alimenti e nell'eseguire regolarmente le cure antiparassitarie negli animali domestici.

Lavate sempre le mani dei bambini dopo aver usato il WC (i parassiti possono infatti trasmettersi attraverso mani sporche di feci!). I più piccoli sono più esposti alle infezioni da parassiti perchè spesso mettono in bocca le mani non lavate.

E' di fondamentale importanza la protezione dall'ambiente in cui viviamo dal terreno e dalle acque di scarico. Se concimate con melme provenienti da acque di scarico prima dovete compostare! Evitiamo le verdure e la frutta non lavate, la carne di manzo non adeguatamente trattata, il consumo di acqua inquinata! L'acqua bollita a 70 gradi celsius in un paio di secondi distrugge le uova dei parassiti.

Seguiamo le seguenti norme igieniche:

  • Laviamo le mani accuratamente per evitare la trasmissione dei parassiti dagli escrementi umani
  • Teniamo sempre le unghie dei bambini ben pulite e corte
  • Insegniamo ai bambini a lavarsi le mani regolarmente dopo l'uso del bagno e prima di mangiare
  • Insegniamo ai bambini a non mettersi le mani in bocca
  • Laviamo ogni giorno la zona anale (mattina e sera)
  • Cambiamo spesso la biancheria intima e le lenzuola
  • Disinfettiamo la biancheria intima e le lenzuola se sono state usate da bambini infetti
  • Non dimenticare di lavarsi bene le mani dopo aver toccato cani e gatti
  • Sottoponiamo regolarmente gli animali domestici a cure antiparassitarie Stiamo più attenti ai parchi gioco, dove i nostri bambini possono contarre infezioni da parassiti attraverso gli escrementi degli animali
  • Laviamo sempre i giochi che i bambini usano nella sabbia

L'infezione da parassiti nei bambini può essere prevenuta osservando le norme igieniche sopra menzionate e adottando al riguardo un'educazione molto rigorosa.

Il trattamento dei sintomi non ha senso se il parassita è la fonte principale del problema nel bambino. Infatti accanto agli effetti positivi dei medicinali contro i parassiti possono verificarsi effetti collaterali che possono addirittura aggravare il problema. Per eliminare i parassiti la migliore via è quella naturale.

VitaminPlus è una miscela di erbe medicinali naturali scelte appositamente per i bambini. E' molto efficace per eliminare i vermi e le uova dall'intestino e da altri organi. Inoltre è una bevanda dal buon sapore che i bambini assumono con piacere. Molti genitori confermano il fatto che i loro bambini sono stati molto meglio dopo essersi liberati dall'infezione da parassita grazie a questo prodotto.

Parasic Jr.®

Parasic Jr.® - Integratore antiparassitario alle erbe per bambini e adulti

I parassiti sono organismi che vivono all'interno del corpo di un individuo e si alimentano tramite la nutrizione dell'ospite. Siccome i parassiti crescono e aumentano di numero e di taglia possono cominciare a minare la salute del corpo che li ospita. Parassiti che comunemente si trovano negli esseri umani sono le tenie e il verme solitario. I bambni spesso contraggono parassiti giocando in un terreno contaminato e poi portandosi le mani e le dita sporche alla bocca. Un' altra comune esposizione ai parassiti è rappresentata dagli animali domestici. Sintomi associati alle infezioni parassitarie sono dolore addominale, diarrea, fatica, perdita di peso, problemi di crescita, anemia, e prurito rettale...

Continua a leggere >>